it-IT

Computer Science

Guretruck ha un proprio dipartimento dedicato allo sviluppo di analisi formale e omologazione di processi di software nel campo della matematica e informatica. Il nostro team è composto da rinomati ingegneri informatici, fisici teorici e matematici di logica.

I nostri risultati suggeriscono che è impossibile omologare o verificare il software secondo la normativa UE 561/2006. Inoltre, sospettiamo che il software interno utilizzato dal tachigrafo ai sensi del regolamento UE 3821/1985 sia più problematico da verificare che lo stesso regolamento 561.

In questo momento il nostro team sta lavorando nella costruzione della “G- Machine” ™, che speriamo sia uno strumento innovativo e rivoluzionario nell'analisi formale delle leggi, in grado di rivoluzionare il panorama dell'industria attuale.

Per il 2016 abbiamo in programma di lanciare la nostra prima versione del Police Controller, creata secondo la G-Machine. Sarà possibile certificare questa versione solo per il regolamento 561 G-version. È impossibile certificarla per il regolamento 3821 perché la G-version non dipende da noi ma dai fabbricanti di tachigrafi.

HAL: IO SO CHE TU E FRANK AVEVATE DECISO DI SCOLLEGARMI, E PURTROPPO NON POSSO PERMETTERE CHE QUESTO ACCADA.

SOGNANO I TACHIGRAFI CON CAMION ELETTRICI?

Che i programmi informatici siano dotati di intelligenza artificiale è un argomento che appasiona l’essere umano da diverse decadi. Ma perchè? Magari per la possibilità che un programma con intelligenza artificiale si converta in “autonomo” e inizi a non ubbidire al suo creatore: l’intelligenza umana.

Questa probabilità e le sue drammatiche conseguenze, sono state ampliamente sviluppate da diversi registi in tantissimi film di fantascienza...

Nel 1968 Stanley Kubrick, nel monumentale film “2001 Odissea nello spazio” descrive il computer/programma Hal9000. Questo programma non ha un aspetto umano, ma, è responsabile del controllo di tutte le navi Discovery1 in viaggio verso Giove. Gli ordini e le comunicazioni tra Hal9000 e l’equipaggio sono vocali e permettono la possibilità di lunghi dialoghi. Il problema nasce quando Hal9000 scopre che lo vogliono “spegnere”... ed inizia ad uccidere tutti i membri dell’equipaggio.

In Blade Runner di Ridley Scott (1984), i replicanti tipo Nexus 6 sono macchine con l’apparenza pienamente umana. Scoprono tale status, che la memoria di cui sono dotati è semplicemente un software, ma sopratutto, che sono stati progettati per vivere qualche anno. Anche in questo caso non esitano a uccidere il loro creatore pur di cercare una vita più lunga.

Infine, nel film “Ex Machina” (Alex Garland 2015), la multinazionale Bluebook crea un androide con aspetto umano chiamato Ava, cui intelligenza artificiale si basa sui motori di ricerca internet. Il film è basato sul Test di Turing *, che ha come obbiettivo scoprire se l’interculotere è un umano o un Android. Alla fine di lungo dialogo interattivo, Ava evade dalla sua prigione e uccide il suo creatore.

E SE QUESTA VISIONE APOCALITTICA NON SIA IL FUTURO? E SE QUESTO STIA GIÀ ACCADENDO?

In diverse occasoni si è dimostrato che i conducenti multati per decine di migliaia di euro in strada o ispezioni presso le società da parte degli Organi preposti, in molti casi la Polizia non ha il “controllo”. Siamo nelle “mani” di software di analisi R (CE) 561/06 e R (UE) 165/2014. Da documento della polizia austriaca, si evince esplicitamente una propria “mea-culpa” riconoscendo che non hanno “il controllo”. Ora, se il controllo è nelle mani dei programmi piuttosto che della polizia, cosa succederebbe se i software decidano di ribellarsi contro il loro creatore adottando una propria autonomia per multare i conducenti senza alcun controllo da parte delle Autorità e senza compiere con la legge? ...... Come Hal 9000, ma su strada nel 2016. Probabilmente qualcosa è già in corso, con conseguenze devastanti per i conducenti e le aziende di trasporto.

*(Alan Turing 1912-1954, creatore della primo modello di computer “macchina di Turing”).

Il 12 marzo u.s. venivano bloccati a Champigneulles (Francia) 2 veicoli e multati per un importo pari a 33.675€ perché il programma di controllo utilizzato dalle autorità francesi interpretava che gli eventi di disponibilità in equipaggio non interrompono la guida continua. Nella stessa regione francese sono state sancite sanzioni in meno di due settimane per oltre 200.000€ per gli stessi motivi. Tutti convinti che fosse una nuova versione del programma realizzata appositamente. Resta il fatto che

Resta il fatto che in nessun paese in Europa in ogni caso era “accettata” tale interpretazione.

La Commissione Europea il 26 aprile u.s., attraverso il movimento Directorade Generale Move, ha convocato una riunione per discutere il caso. Nella circostanza con un pubblico di esperti selezionati, il rappresentante francese ha espersso: “la Francia non ha cambiato l’interpretazione della guida continua”. Accusati de successi alcuni agenti che avevano agito per proprio conto.... Restiamo in attesa degli sviluppi.

Se questo è vero, e non abbiamo alcun motivo di dubitare, vorrebbe dire che il programma in uso ha preso il controllo del sistema. Che le ammende non sono imposte per legge o secondo le interpretazioni francesi, MA imposte da un software perché ha rilevato il controllo del sistema e comincia ad “uccidere” in proprio. E non è da escludere che in altri paesi europei si stiano verificando le condizioni suindicate. La macchina attacca autonomamnete....

Stanley Kubrick con “2001 Odissea nello spazio”, Ridley Scott con “Blade Runner” e Alex Garlan in “Ex Machina” hanno manifestato che l’intelligenza artificiale non può essere teoricamente controllata. Invece sì, è possibile. Mediante la teoria denominata “verifica formale del software”. Teoricamente possibile con questa tecnica per controllare il software di intelligenza artificiale, ma matematicamente troppo complicata affinchè per ora tutto sia possibile.

Ma... nel nostro caso, per quano concerne i software di controllo R (CE) 561/06 e R (UE) 165/2014 (ci si riferisce al software che controlla il corretto funzionamento del tachigrafo) vi è già un modello matematico formalmente verificabile, che impedirebbe a qualsiasi programma o ad ingegneri “brillanti” di fare quello che vuole. La Commissione europea è a conoscenza. Ma tutto ciò comporterebbe una piccola rivoluzione tecnologica.

Ora pensate al vostro camion che hai battezzato come Discovery 1 e diretto verso la fabbrica di Giove per lo scarico delle merci. Il veicolo è dotato di tachigrafo Hall e la versione del software è 9000. Lungo il percorso, il tachigrafo inizia a parlarvi dolcemente e vi comunica che state per superare il periodo di guida continuo e quindi dovete fermarvi. Voi sapete che ciò che attesta è una mezogna... ma a questo punto si decide obbedire a Hall – 9000 o proseguiamo il nostro viaggio a Giove?

Come ci comporteremo quando indicherà che non hai scaricato la carta del conducente negli ultimi 30 giorni e che si deve procedere. Che fine farà il file scaricato il giorno prima?

E quando indica che ci si trova nel futuro al km 16.777.777 in la data 2106/02/07 alle 06:28.15?

La decisione dell’UE deve essere la difesa dei propri cittadini o non delle macchine.....

Guillermo Errezil

Fisico Teorico